Safe-Up, il ciuccio italiano connesso allo smartphone dei genitori: il prototipo testato a Forlì





Si chiama Safe-Up ed è un ciuccio smart dotato di sensore di rilevamento che si connette via app allo smartphone di genitori, nonni, babysitter o maestre d’asilo, dando informazioni in tempo reale sulla posizione esatta del bambino. Lo ha brevettato l’azienda di Forlì Upgrading srl ed è ora in fase di test prima dell’immissione sul mercato, prevista per i prossimi mesi. Un prodotto innovativo che mette una tecnologia di nuova generazione al servizio della sicurezza della fascia d’età che va dagli zero ai tre anni. Come funzionaBasta impostare una distanza massima tra il ciuccio e lo smartphone oltrepassata la quale il sistema genererà un allarme sonoro per allertare i genitori o chi sta badando al piccolo. L’applicazione dedicata indicherà tempestivamente la posizione e l’eventuale direzione in movimento rispetto allo smartphone, dimostrandosi quindi un prezioso aiuto per ritrovare velocemente il bambino. La tecnologia su cui è basato Safe-Up non è invasiva e si rivela sicura anche sul piano della salute dei più piccoli poiché non dipende dalla copertura dati o dal tracciamento via GPS, quindi non espone il piccolo a radiazioni potenzialmente nocive

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 9 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »