Perché i giorni sembrano più brevi quando invecchiamo





una sensazione universale, quasi un luogo comune: crescendo, e invecchiando, il tempo sembra fuggire via molto più in fretta di quando si è giovani. Gli anni, che ai tempi della scuola sembravano durare un’eternità, da adulti trascorrono a una rapidità che ogni volta stupisce. Sono state fatte molte ipotesi per spiegare questa esperienza che sembra comune a tutte le culture e tutte le epoche. Una nuova, possibile spiegazione la propone Adrian Bejan (Duke University, Usa): alla base ci sarebbe un fenomeno fisico preciso, l’invecchiamento del cervello e della sua capacità di elaborare le informazioni.Frenate e accelerazioni. È noto che la percezione del tempo può essere influenzata anche da fattori fisici. La temperatura, per esempio, è uno di questi.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 8 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »