L-acetilcarnitina e dolore cronico





L-acetilcarnitina (LAC), una molecola impiegata nel trattamento del dolore cronico, induce un effetto analgesico che persiste per molti giorni o settimane oltre il termine del trattamento. La permanenza di tale effetto ha alla base un meccanismo epigenetico che coinvolge i recettori metabotropici del glutammato di tipo 2 (mGlu2), recettori che svolgono un ruolo chiave nella regolazione della soglia del dolore. A dimostrare questa proprietà peculiare di LAC è uno studio italiano pubblicato su Molecular Pain , che ha indagato l’associazione diretta tra la sovraregolazione a lungo termine dei recettori mGlu2 indotta da LAC a livello spinale e la durata dell’effetto analgesico in un modello animale di dolore infiammatorio e di dolore neuropatico.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 12 Settembre 2019

Potrebbero interessarti anche»

L-acetilcarnitina e dolore cronico





L-acetilcarnitina (LAC), una molecola impiegata nel trattamento del dolore cronico, induce un effetto analgesico che persiste per molti giorni o settimane oltre il termine del trattamento. La permanenza di tale effetto ha alla base un meccanismo epigenetico che coinvolge i recettori metabotropici del glutammato di tipo 2 (mGlu2), recettori che svolgono un ruolo chiave nella regolazione della soglia del dolore. A dimostrare questa proprietà peculiare di LAC è uno studio italiano pubblicato su Molecular Pain , che ha indagato l’associazione diretta tra la sovraregolazione a lungo termine dei recettori mGlu2 indotta da LAC a livello spinale e la durata dell’effetto analgesico in un modello animale di dolore infiammatorio e di dolore neuropatico.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 12 Settembre 2019

Potrebbero interessarti anche»