Il Caffè di Massimo Gramellini – Domenica, all’alba





Domenica, all’alba, l’ex pugile Lorenzo Sciacquatori rincasa nella palazzina popolare di Monterotondo Scalo più strafatto del solito. Trova la porta chiusa e la prende a calci. Le quattro donne della sua vita — la madre, la moglie, la sorella e la figlia — scappano in pigiama per sottrarsi al destino, ma lui riesce a raggiungerle e a colpirne un paio. Allora Deborah, la figlia-modello, la liceale prima della classe che nel tempo libero serve il caffè agli anziani della bocciofila e per emulare quel padre amato e impossibile ha imparato a tirare di boxe, gli si rivolta contro. Nella colluttazione Lorenzo cade, batte la testa, muore. La figlia-modello diventa tecnicamente una parricida e, anche se non merita di essere chiamata così, si trascinerà il fantasma di quell’alba per sempre.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 21 Maggio 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »