Il Caffè di Massimo Gramellini – Dell’Aria che tira





 Da cittadino di questo arruffato Paese, sento di dovere delle scuse alla professoressa palermitana Rosa Maria Dell’Aria. Vorrei scusarmi anzitutto a nome di quei burocrati locali che in un sussulto di servilismo l’hanno sospesa da scuolaper non avere censurato il videoin cui i suoi studenti paragonavano le leggi razziali di Mussolini al decreto Sicurezza di Salvini. Una semplificazione lievemente eccessiva, ma l’adolescenza non è l’età delle elaborazioni raffinate, e se la regola dell’omesso controllo fosse stata applicata nelle scuole della mia gioventù — dove si dicevano e scrivevano cose ben peggiori — i professori dell’epoca sarebbero rimasti in castigo da settembre a giugno. Ma vorrei chiederle scusa anche per la strumentalizzazione grottesca di cui è rimasta vittima.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 20 Maggio 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »