Il Caffè di Massimo Gramellini – Conte, don’t touch





Quando il premier Giuseppe Conte si è avvicinato a una lampada esposta al salone del Mobile (forse intendeva acquistarla per illuminare Toninelli), la custode del padiglione l’ha fulminato con un perentorio «Don’t touch», suscitando l’ilarità dei presenti. Conte l’ha presa bene, da quel signore che è. Del resto è abituato a sentirsi dire «don’t touch» dai due vice, sia pure in un italiano non sempre impeccabile. Risulta invece stridente lo stupore divertito dei suoi accompagnatori.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 10 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »