I gatti sanno riconoscere il proprio nome





SONO più intelligenti i cani o i gatti? Fino ad ora la ricettività dei primi ai comandi dei padroni è stata certificata da molti studi, ma quella dei felini non è certo da meno. È solo che lo dimostrano con minor appariscenza, giusto un colpetto di coda, un movimento delle orecchie o, se sono di buon umore, un piccolo miagolio. I gatti infatti, come provano i risultati del lavoro condotto dal team del professor Atsuko Saito dell’Università Sophia di Tokyo e pubblicati su Scientific Reports, sono capaci di riconoscere il proprio nome tra parole molto simili e pronunciate una di seguito all’altra. E l’orecchio di quelli che vivono a contatto con altri esemplari, ha questa capacità ancora più sviluppata Ai 78 gatti messi alla prova è stata letta una lista di nomi composta da quattro vocaboli simili al proprio, che è stato pronunciato come quinto. Sentendo suoni familiari i gatti sono rimasti sull’attenti, anche se la concentrazione tra il primo e il quarto si è abbassata per poi rialzarsi alla lettura del termine più conosciuto

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 8 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »