Ecco Ryzhik, il primo gatto al mondo con quattro zampe artificiali





Ryzhik ha sconfitto il congelamento e ora è tornato a camminare. È l’incredibile storia di un gatto trovato in stato di assideramento a -40 ° C a Tomsk, in Russia, che ha perso tutte e quattro le zampe e ora è tornato a camminare grazie agli arti artificiali in titanio.Spesso in quelle zone, dove gli inverni sono davvero molto rigidi, gli animali trovati nelle sue condizioni vengono abbattuti, ma il suo proprietario ha deciso di dargli una seconda possibilità: Ryzhik, il cui nome vuol dire rossiccio, è stato portato in una clinica a Novosibirsk, specializzata nell’impiantare arti artificiali.Per realizzare le sue “nuove zampe” sono state usate la tomografia computerizzata e la modellazione 3D e ora il micio è tornato a camminare, l’unico a essere dotato dio queste protesi: «È sicuramente il primo gatto al mondo a sperimentare tali interventi chirurgici – spiega al Siberian Times il chirurgo Sergey Gorshkov -. Gli arti sono completamente collegati alla pelle e alle ossa. La parte dell’arto che entra nel corpo è spugnosa, il tessuto osseo cresce al suo interno».Il gatto non sta cercando di rimuovere le sue nuove zampe e questo è un buon segno sul fatto che non le senta come parti estranee al suo corpo, anche se quando cammina è ancora un po’ timoroso.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 11 Giugno 2019

Lascia un commento »