Come si fa a morire in Svizzera





Dj Fabo è dovuto andare in Svizzera per chiedere il suicidio assistito. Ed è morto. “Anche lui come decine e decine di cittadini italiani sofferenti, è stato “obbligato” a morire in esilio, lontano dalla sua casa e dai suoi affetti, spiega a Panorama.it, il dott. Emilio Coveri, Presidente e Fondatore di Exit-Svizzera italiana, un’associazione che ha lo scopo principale di poter assistere tutti i cittadini che decidono per una morte volontaria assistita in base alle norme vigenti svizzere.La Exit-Svizzera italiana, con sede a Torino, è stata fondata a Berna nel 2012 per aiutare proprio i soggetti affetti da patologie gravi ed irreversibili e per garantire loro tutte le cure palliative necessarie ed eventualmente assisterli ed accompagnarli al suicidio assistito. Ogni settimana riceve 90 richieste di suicidio assistito oltreconfine

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 9 Marzo 2017

Potrebbero interessarti anche»